Orientamento teorico 2017-09-12T18:24:15+00:00

Orientamento teorico

L’insegnamento per un totale di 500 ore è espletato in tre modalità:

1) Insegnamento teorico (180 ore per I e II anno – 150 per III e IV anno)

La formazione teorica è impartita sotto forma di lezioni frontali e comprende lo studio dei testi di Freud ai quali si accompagna quello di altri modelli teorici fondamentali, per un approfondimento della evoluzione della teoria psicoanalitica freudiana e post freudiana.

Cura particolare è riservata allo studio della psichiatria e della sua storia, con elementi di psicofarmacologia, nonché del recente apporto delle neuroscienze alla comprensione dei processi mentali.

Analogo interesse è riservato allo studio della etologia e della antropologia, mentre la formazione di base viene arricchita con una parte del percorso formativo che porterà l’attenzione ai rapporti esistenti tra: psicodramma freudiano, psicoanalisi, cinema, letteratura e teatro. Oggetti di approfondimento sono anche la linguistica, la clinica e gli strumenti diagnostici.

2) Insegnamento pratico (320 ore per I e II anno – 350 per III e IV anno)

La formazione pratica comprende per tutti gli anni: il tirocinio clinico, la supervisione del lavoro clinico, il tutoraggio individuale sul Tirocinio, il convegno residenziale. Tale a tale formazione pratica viene affiancato per il primo anno un modulo di 20 ore sui fondamenti e tecniche attoriali, per il secondo anno da un modulo di 20 ore di addestramento allo psicodramma di I livello per il III e IV anno da un modulo di 50 ore di “addestramento allo Psicodramma – gruppo di II Livello” che consente agli allievi di sperimentarsi a turno nell’animazione e nell’osservazione di una seduta di psicodramma.

Tirocinio (170 ore)

L’iter formativo prevede il tirocinio in istituti di cura e post-cura, in centri specializzati per l’intervento su bambini o adulti, ecc. da svolgersi sotto la direzione di un Tutor. Il suo scopo è quello di introdurre l’allievo alla conoscenza delle strutture cliniche, della clinica differenziale e delle pratiche e tecniche di intervento terapeutico a diversi livelli: individuale, di gruppo, istituzionale, ecc.

Supervisione del lavoro clinico in gruppo e Tutoraggio individuale sul tirocinio clinico (100 ore)

La supervisione prevede l’affiancamento per ogni allievo di un docente tutore che verrà designato dal Preside della sede all’inizio di ogni anno accademico. Prevede la stesura e la presentazione di un caso clinico in un gruppo di lavoro presieduto da docenti. Dalla presentazione devono emergere l’ipotesi diagnostica e il relativo progetto terapeutico realizzato dall’allievo con la supervisione del docente tutore, nonché la fondatezza teorica su cui tali dati poggiano.

Ogni allievo dovrà presentare almeno un caso per ogni anno di corso. Lo scopo è quello di verificare il livello raggiunto nell’apprendimento di conoscenze teorico-cliniche, nonché delle attitudini terapeutiche, alla luce di punti determinati della teoria, quali: costruzione del caso, la individuazione della struttura personologica del soggetto, la messa in atto e la gestione del transfert, ecc.

Convegno Residenziale (30 ore)

Si tratta di un’esperienza intersede teorico-pratica di approfondimento sullo psicodramma freudiano che ha lo scopo di fornire agli allievi delle diverse sedi l’occasione di confrontarsi. Tale lavoro viene completato dalla discussione clinica di casi affrontati con lo psicodramma.