La Storia

La  fondazione

Nel 1999, Antonio Caruselli,[1] psicoterapeuta siciliano, creativo ed eclettico, dalle grandi passioni e dalla vita personale complessa ed inquieta, accolse l’invito di Paul e Genie Lemoine a conoscere il dispositivo e affiancato da un gruppo di psicologi e di studenti li interessò allo psicodramma di Paul e Genie Lemoine.

Affascinati dalla invenzione dei Lemoine, con la forza del loro desiderio, diedero vita ad un Centro per lo sviluppo teorico, per la sua applicazione nella clinica ed in tutti i campi possibili, per la formazione degli psicodrammatisti e per la diffusione della pratica con questo dispositivo di cura.

Già da subito l’invenzione dei Lemoine si rivelò un dispositivo di grande interesse clinico ed efficacia terapeutica, come dimostrò l’interesse di numerosi psicoterapeuti che lo diffusero in Francia, in Spagna ed in Italia. In queste nazioni erano nati, già dagli anni settanta,  gruppi di terapia con lo psicodramma, mentre venivano tenuti, sistematicamente, convegni e seminari teorici. Un fermento che rendeva subito evidente la soddisfazione degli psicoterapeuti per il lavoro psicoterapico ad orientamento psicoanalitico freudiano-lacaniano, in gruppi che tenevano conto della scoperta di Moreno.

Anche Palermo, come Modena, Firenze, Bari, Pesaro, Roma, accolse i due coniugi per confrontarsi con l’esperienza del loro dispositivo di cura. Psichiatri, psicologi e studenti del corso di laurea in psicologia da poco attivato nel capoluogo siciliano, ma anche operatori di aeree non direttamente interessate alla salute mentale, trovarono nella scoperta dei due coniugi francesi, un prezioso strumento per la loro formazione personale e per la pratica psicoterapica, sia in privato che nelle istituzioni di cura.

La diffusione dello Psicodramma dei Lemoine a livello nazionale aveva intanto fatto nascere anche un’associazione di psicodrammatisti italiani: la SIPsA (Società Italiana per lo Psicodramma Analitico), che ebbe una sua sede a Palermo, e alla cui direzione fu il Dr. Caruselli sin dal 1988 e per circa un decennio.

Ancora un’importante precisazione di carattere storico: Psicodramma Analitico fu la dizione (da cui Società Italiana per lo Psicodramma Analitico) con la quale fu nominato in un primo tempo il dispositivo di cura dei Lemoine, successivamente modificato in Psicodramma freudiano, sia per il più esatto riferimento a Freud, sia per una opportuna distinzione dai gruppi di psicodramma ad orientamento junghiano (psicologia analitica). Tra i fondatori di questa società vi furono il Dr. Gianni Roseo e il Dr. Giorgio Tonelli.

I riferimenti internazionali

Uno dei riferimenti internazionali, fondamentale per il C.P.L., acquisito e mantenuto sin dalla sua fondazione, è quello alla S.E.P.T. (Societé d’Etude du Psicodrame Thérapeutique), Associazione che in Francia e nel mondo promuove la pratica e lo sviluppo teorico della scoperta dei Lemoine e delle sue successive elaborazioni.

Tra i didatti della S.E.P.T., che hanno contribuito alla crescita del C.P.L., non è possibile non ricordare Philippe Garnier e Serge e Marie-Noelle Gaudé,. Quest’ultima, insieme ad Isabelle Andreu, è stata attivissima nella sua fondamentale funzione di formatrice e supervisore della pratica dello Psicodramma freudiano nel C.P.L.


1 Antonio Caruselli nacque a Palermo nel 1941. Psicoterapeuta, fu ricercatore volontario presso l’Istituto di Psicologia della Università di Palermo diretto dal Prof. Gastone Canziani. Dopo una sua formazione di matrice bioniana con Francesco Corrao – conosciuto a Roma il lavoro in gruppo con la metodologia dei Lemoine – si è formato secondo il training della S.I.Ps.A. Dirigente di Struttura Complessa di Psicologia presso la A.S.L. 6 di Palermo, membro didatta della SEPT e fondatore e direttore della Scuola di Specializzazione del CPL, è morto nell’aprile 2004.

Comments are closed.